CFF 2015 PRESENTAZIONE E BUSINESS PLAN

December 31, 2014  |  By  | 


1 Introduzione Comprensione del contesto Festival A partire dagli anni ‘80 il numero dei festival cinematografici in Europa e nel resto del mondo ha cominciato ad aumentare sempre più, arrivando a 700-800 festival accertati nel 2008. Questo numero include sia i grandi festival storici, sia quelli nati nei piccoli centri urbani di tutto il mondo. con l’aumentare del numero dei festival si vide la necessità pratica di dividerli per tipologie, anche alla luce del differente interesse che potevano suscitare. Generalmente si dividevano i festival in tipo A e tipo B. Al tipo A appartenevano i festival storici, e corrisponde in gran parte alla prima categoria nella lista redatta dalla FIAPF. Mentre nella categoria B si collocavano tutti i festival minori nati per la maggior parte in Europa. Questo può stare a significare che dagli anni ‘70 i nuovi festival hanno evitato di scontrarsi direttamente, ed inutilmente, con le manifestazioni storiche come Venezia e Cannes, ma hanno deciso di specializzarsi invece in tematiche particolari del cinema e in cinematografie emergenti. In Italia la fondazione AFIC Associazione Festival Italiani di Cinema, fondata nel 2004, unisce 33 dei principali festival cinematografici italiani, con l’esclusione di Venezia, Roma e Taormina. L’AFIC rappresenta una delle organizzazioni migliori per presentare e aiutare i festival nella gestione del rapporto con il Ministero dei Beni Culturali e con tutti gli enti locali che interagiscono con la vita di un festival. In questi anni il numero dei festival cinematografici è aumentato anche in Italia, ma gli unici che possono contare su un interesse internazionale sono Venezia in primis, e poi in parte Roma, Pesaro e Torino.Naturalmente un festival come Venezia o anche Roma, hapoco da temere da un evento svoltosi dentro un caffè culturaleo un piccolo paesino, sia economicamente che qualitativamente, ma in un momento di crisi per il mercato distributivo, questo fenomeno diventa molto interessante e pone delle domande per il futuro. I festival di cinema sono diventanti il maggior luogo di distribuzione per i film indipendenti; infatti sono gli unici luoghi in cui è possibile fruire del film nel senso classico, gli unici altri canali di distribuzione sono i DVD o internet. Un ruolo svolto dai festival è quello di contribuire allo sviluppo del turismo delle città che li ospitano. Questo non è una novità, infatti già alla nascita di Venezia e poi di Cannes, uno degli scopi principali era far rinascere (Venezia) e prolungare (Cannes) la stagione balneare. Naturalmente le stesse rassegne sfruttavano il fascino delle location. Se quindi prima si trattava di un scambio reciproco, con gli anni sono stati i festival a svolgere un ruolo maggiore, trasformando grandi e piccole comunitàin centri culturali di riferimento.