Get more exposure for your business with the new HTML5 flipbooks. Learn more

nr285_IV

Gennaro Perrotta


Published on December 2, 2014

martedì pagina2 dicembre 2014 2 M GENOVA – Olè. Con un Rafa Benitez mai tanto nervoso, il Napoli acchiappa per la coda un pareggio e acciuffa il Genoa al terzo posto men- tre la Sampdoria, che cicca il contro- sorpasso sui genoani, si attesta al quarto posto. Eppure mai partita fu più noiosa e più arruffata, se si escludono i 10' finali. Nel primo tempo partita più tattica che tecnica, con il Napoli che mostra di volersi prendere il centrocampo ma non innesta mai il turbo. Le squadre si studiano, ma la prima iniziativa al 10' pt è di Ghoulham che raccoglie un cross di testa ma spedisce a filo del primo palo. Poi un calcio piazzato di Higuain che stampa il pallone sulla traversa. Il fronte si ribalta con facilità e al 21' Obiang, come Totti contro l’Inter, sci- vola in area ma riesce a servire Eder che, in chiarissimo fuorigioco, si gira e segna solo per farsi annullare il gol da Rocchi. Ancora Sampdoria, appe- na appena più aggressiva del Napoli: al 24' pt Soriano di testa ma c’è prima un contatto con Inler poi il braccio di Koulibaly che frena il pallone. Inutili le proteste. La gara diventa noiosa ma decisamente spigolosa. Al 36' Romero compie una vera pro- dezza uscendo di precisione su Higuain che, servito da Callejon corre lungo il lato piccolo dell’area. Il por- tiere doriano chiude lo spazio dell’at- taccante argentino e gli porta via la palla dai piedi. Un’azione coraggiosa e splendida che Romero farà dimenti- care poco dopo quando farà cadere il pallone dalle mani con l’area invasa dagli attaccanti del Napoli. Alla ripre- sa Mihajlovic fa uscire l’ammonito Obiang per Duncan.La Samp si fa aggressiva ma è ancora inconcluden- te, il Napoli sembra non avere le idee molto chiare, è didascalico e la parti- ta nei primi minuti del secondo tempo è ancora bloccata fino a quando il Napoli non si decide a imprimere un minimo di vivacità al gioco. Brividi per la porta blucerchiata al 8’ st quando sugli sviluppi di un corner. La gara è una di quelle che diventa Sampdoria (4-3-1-2): Romero 6, De Silvestri 6, Silvestre 6, Romagnoli 6.5, Mesbah 5, Rizzo 6 (34’st Gabbiadini 6.5), Palombo 6, Obiang 5,5 (1' st Duncan 6), Soriano 6,5 (25’st Krsticic 6), Okaka 6, Eder 6,5 All. Mihajlovic 6 Napoli (4-3-2-1): Rafael; Maggio, Koulibaly, Albiol, Britos (13' st Mertens) Inler (17' st Jorginho), David Lopez; Callejon, Ghoulam, Hamsik (33' st Zapata), Higuain . All. Benitez arbitro : Rocchi di Firenze reti : 12' st Eder, 47' st Zapata Note : Angoli: 10 a 6 per la Sampdoria Ammoniti: Britos, Obiang, Koulibaly, Romagnoli, Inler per gioco scorretto, Soriano per proteste Espulso: 39' st Koulibaly per somma di ammonizioni sampdoria-Napoli1-1